[uso del colore] Viola

  • sabato, settembre 07, 2013

case e interni - colore viola (2)

Torniamo ancora a parlare dell’ uso del colore. Oggi affrontiamo il colore viola

Il viola è un colore sofisticato e misterioso. E' il colore dell'arte, della fantasia, del sogno, dell'altruismo. E'  un colore nobile, poichè spesso legato al potere e prestigio di re e principi, sia negli abiti che nelle pietre preziose, come l'ametista. Questa sfumatura femminile e sensuale è ormai sdoganata da superstizioni e tradizioni riguardo il mondo dello spettacolo, che in passato, lo hanno visto legato a periodi di penitenza e quindi di scarso divertimento. Ormai anche a teatro non è più tabù. [fonte immagine d'apertura qui]

Ma come incorporare il colore viola nel vostro arredamento?

Nella decorazione d’interni occorre fare un uso studiato delle tonalità di viola a seconda della funzione che si vuole dare alla stanza. Le sfumature di viola, infatti, possono stimolare le attitudini legate alla fantasia e alla creatività. Proprio per questo motivo è un colore molto femminile, ma anche artistico. Negli ultimi anni è stato riscoperto per le camere delle bambine o ragazze, al posto del solito colore rosa o viene usato negli atelier di artisti e stilisti.

Occorre però fare attenzione: dipingere un'intera stanza di una tonalità di viola intenso potrebbe opprimere l'arredamento esistente. La chiave per l'uso delle tonalità come pervinca, melanzana o malva è di usarle con parsimonia e come accenti di colore. Una parete farà da scenografico sfondo ad arredi semplici e lineari, ad esempio.

Per decorare le pareti di tutta la stanza, più facilmente si può optare per una tonalità pastello (es. lilla, lavanda, glicine). Oppure si può osare con diverse sfumature di viola per enfatizzare un locale irregolare, una nicchia, un ingresso ad esempio, come vedete negli esempi più sotto.

Ultimamente è tornato di moda l'uso della carta da parati, così le fantasie floreali o geometriche in viola daranno sicuramente un tocco decorativo e di carattere a qualsiasi parete anonima.

Ma se avete paura ad osare, sicuramente il modo più facile per usare il viola è dosarlo con piccoli accenti di colore qua e là nella stanza.

Puoi abbinarlo così

Gli abbinamenti con il colore viola generano sempre qualche dubbio ma, in realtà, basta guardare la ruota dei colori per capire che non sono così difficili da trovare. Il viola è un colore secondario, formato da rosso e blu, per cui ci saranno viola più bluastri ed altri rossastri. In base a queste sfumature dobbiamo partire con gli abbinamenti.

Come per tutti i colori, il viola si abbina con due tipologie di colori: quelle complementari nella ruota e quelle analoghe.

Il colore complementare al viola è il giallo, con il quale genera un forte contrasto, che trasmette energia. Per cui vale sempre la regola di aggiungere qualche dettaglio nel colore complementare. Vicino al giallo troviamo l’arancione e il verde: di queste tonalità, quelle che contengono più giallo (es.: mandarino, verde acido) insieme al viola, creano contrasti originali. Con questo tipo di abbinamenti, non bisogna esagerare, per non creare stonature ed eccessi: qualche dettaglio pop è più che sufficiente.

I colori analoghi sono quelli adiacenti nella ruota dei colori. Vicino al viola troviamo i colori che lo compongono, la famiglia del blu da un lato, con i quali il viola si sposa a meraviglia, e quella del rosso dall’altro, dove l’abbinamento è un po’ più difficile da azzeccare e si indirizza più che altro verso le sfumature del rosa e del bordeaux.

Tutte le tonalità di viola, soprattutto quelle scure si abbinano molto bene alle finiture metalliche, per cui argento, oro, bronzo, rame sono i benvenuti. Le stesse sfumature si possono ammorbidire con il grigio, per ottenere atmosfere sofisticate. Anche il bianco mette in risalto con eleganza il viola, sia che esso sia chiaro o scuro.

Il marrone con il viola può dare luogo ad effetti particolari, specialmente che tendono al rustico, se pensiamo ai colori autunnali.

Anche il verde si riesce ad abbinare bene, ma vanno scelte con cura le sfumature. Ad esempio con le tonalità chiare si può optare per un verde prato, se si vuole dare per un tocco di freschezza e di allegria o il verde salvia o acquamarina per toni più soft, che rimandano allo stile provenzale. Un verde bosco o smeraldo, trova il suo compagno ideale nel viola scuro come il prugna.

Le sfumature chiare, come glicine, lilla e lavanda, si accompagnano anche ad altri tono pastello, ma sempre senza esagerare, se non si vuole ottenere un effetto confetto.

Con il violetto classico si può provare anche un tono su tono abbinandolo a tonalità più chiare, come il lavanda, per creare una gradazione che sottolinea e al tempo stesso alleggerisce la base scura.

Ed ora vediamo alcuni esempi in cui si è osato un po' di più con il colore viola…

case e interni - colore viola (1)

fonte qui

 

case e interni - colore viola (3)

fonte qui

home_interior-pantone-ultra-violet-purple

fonte qui 

case e interni - colore viola (14)

fonte qui

case e interni - colore viola (15)

fonte qui

case e interni - colore viola (4)

fonte qui

case e interni - colore viola (13)

fonte qui

case e interni - colore viola (5)

fonte qui

case e interni - colore viola (12)

fonte qui

case e interni - colore viola (7)

fonte qui

home_interior--violet-purple-tolix-chair

fonte qui

case e interni - colore viola (8)

fonte qui

Ti potrebbero anche interessare:

1 commenti